Capelli ricci uomo

capelli ricci_xenongroup

Quale shampoo usare? Come asciugarli? Alcuni consigli per l’uomo con i capelli ricci

Dopo anni in cui il look vintage, caratterizzato da capelli lisci impomatati, era il più richiesto; da qualche mese sta tornando in auge l’acconciatura sauvage. Capelli corti o lunghi, biondi o mori, non ha importanza, conta solo la definizione e la cura del riccio. Eppure non è così semplice occuparsene senza sfoltirlo e sfibrarlo. È per questo motivo che abbiamo deciso di darvi una serie di consigli:

Lavaggio. Utilizzate uno shampoo specifico ed evitate di applicare il balsamo perché rischiereste di allisciare il riccio. Cercate di non lavare i capelli troppo spesso – più di due volte a settimana per intenderci – poiché potreste sfibrare la capigliatura

Asciugatura. Il consiglio principale è di non usare un phon e farli asciugare in maniera naturale. Se però è inverno o, per questioni di tempo, siete costretti ad utilizzare un phon, non avvicinatelo eccessivamente al capello ed evitate di sfregare con forza i ricci mentre li asciugate. Usate un diffusore ad aria fredda indirizzando il getto dall’alto verso il basso per non avere un effetto crespo e gonfio

Pettinatura. Evitate spazzole e cercate piuttosto di modellare il capello con l’ausilio delle dita. Se proprio non riuscite a dargli un garbo, allora, potete utilizzare un pettine a denti larghi. Non eccedete con i prodotti quali gel o creme poiché invece di domare la capigliatura rischiereste di rovinarla

Taglio. Cercate di sfoltire la chioma ogni due mesi, accorciate i tempi se notate che, crescendo, il riccio inizia a perdere di definizione. In alternativa potete anche decidere di potarli molto corti ai lati e di lasciare i riccioli lunghi solo al centro, per dare più ordine a tutta l’acconciatura

Parrucchiere. I ricci non sono facili da gestire quindi il nostro ultimo consiglio è: contattateci e insieme daremo forma e stile ai vostri capelli!